Home L'Azienda Socio-Sanitaria
ASST della Valcamonica

 

L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Valcamonica, prevista dalla Legge Regionale n.23 del 08.08.2015, è stata costituita l’1.1.2016 per trasformazione dall’Azienda Sanitaria Locale della Vallecamonica-Sebino, con DGR n.X/4498/2015.
La LR n.23/2015, relativamente all'ambito della Valcamonica, stabilisce che all'ASL di Vallecamonica-Sebino, precedentemente unica in Regione Lombardia a gestire anche un Presidio Ospedaliero, succeda l'ASST della Valcamonica, inserita nell'ambito della Provincia di Brescia ma collocata nella ATS della Montagna. La medesima legge regionale stabilisce che l'ATS della Montagna, che ricomprende nel suo ambito territoriale anche la ASST della Valtellina e dell'Alto Lario, abbia la possibilità di sperimentare assetti organizzativi e gestionali diversi dalle altre ATS lombarde in ragione della specifica collocazione in ambito montano, svantaggiato, del proprio territorio. La LR n.23/2015 innova profondamente l'assetto organizzativo sanitario lombardo in quanto, mantenendo i precedenti principi ispiratori - tra cui l'accentuazione della libera scelta del cittadino -, associa il territorio all'ospedale e chiede alle ASST di introdurre delle nuove modalità di erogazione dei servizi sanitari ispirati al concetto della presa in carico complessiva dei cittadini-pazienti con particolare riferimento alle persone con patologie croniche.
L'ASST della Valcamonica, in riferimento a queste istanze, presenta caratteristiche peculiari: l'erogatore pubblico è sostanzialmente unico e ciò condiziona sia il rapporto con i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta sia con gli altri erogatori dell'ambito Socio Sanitario e Sociale e con la Rete Sociale. Nel piano di organizzazione aziendale, il Presidio Ospedaliero, strutturato nelle due sedi di Esine e di Edolo, si integra con la rete territoriale che, adeguatamente organizzata, costituisce lo strumento per assicurare la continuità assistenziale verso l'ambito territoriale.
L’ambito territoriale dell’ASST della Valcamonica comprende 41 Comuni, corrispondenti ai 42 già afferenti alla disciolta ASL di Vallecamonica Sebino (in ragione della fusione dei comuni di Bienno e Prestine nel municipio ora denominato “Bienno”), con una popolazione al 1.1.2016 di 100.793 abitanti ed una superficie totale di 1.305,19 Kmq.
La domanda di prestazioni sanitarie è garantita da una rete di  medici di famiglia e  pediatri libera scelta, dal Presidio Ospedaliero (comunemente noto come “Ospedale della Valcamonica”) con le sue sedi di Edolo, Esine e i poliambulatori di Darfo Pisogne, Breno e Cedegolo e da limitate strutture private accreditate.
Le prestazioni socio sanitarie sono garantite attraverso una rete di 142 erogatori tra cui 14 RSA.
In riferimento al dettato del Decreto ministeriale n.70/2015 il territorio della Valcamonica rappresenta quindi un'enclave geograficamente svantaggiata in territorio montano. Il Presidio Ospedaliero, articolato nelle due sedi di Esine e Edolo, è il centro di erogazione per prestazioni sia in regime di urgenza che in regime di acuzie. L'Ospedale di Edolo ha le caratteristiche di un Ospedale di area montana.
Al fine di rendere più efficiente l'erogazione di alcune prestazioni la ASST della Valcamonica ha ritenuto opportuno prevedere accordi di collaborazione con la ASST della Franciacorta, per la creazione di un dipartimento interaziendale dei servizi, con la ASST di Brescia per il dipartimento interaziendale materno infantile e per accordi di collaborazione in aree specialistiche e in generale ed infine si è posta come obiettivo anche la possibilità di collaborazioni con la ASST di Bergamo Est.

La realizzazione di tali obiettivi viene attuata attraverso le seguenti azioni:
- razionalizzazione del sistema di cure specialistiche e caratterizzazione della rete di offerta che eviti la sovrapposizione nel sistema provinciale di ospedali “generalisti”;
- utilizzo ottimale delle risorse presenti per il lavoro in rete, garantendo al paziente il percorso di cura più appropriato nell’ambito della rete ospedaliera provinciale;
- ricerca di relazioni strutturate tra i Presidi e “eccellenze” per specifiche aree cliniche al fine di consentire ai residenti della Valcamonica di disporre, per quanto possibile, di prestazioni specialistiche nel loro territorio di residenza o, comunque di essere indirizzati e accompagnati verso i presidi di riferimento provinciali ed extra provinciali.
Il passaggio dall'idea di curare la malattia all'idea di farsi carico della persona malata determina la necessità di introdurre un diverso modello di trattamento delle patologie che pone al centro la persona e il prendersi cura. In tale ottica la ASST della Valcamonica intende sfruttare l'opportunità offerta dalla Legge n.23/2015 che associa il territorio all'Ospedale per applicare, con la creazione di unità organizzative specifiche e di una rete di collegamenti tra le unità ospedaliere, i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta, le risorse presenti sul territorio, le farmacie ed i comuni per implementare ed attivare quanto appena descritto. Tale processo avviene in accordo ed in piena collaborazione con l'ATS della Montagna, con particolare riguardo alle azioni di analisi epidemiologica, di valutazione dei risultati e di collaborazione per le azioni di prevenzione primaria e secondaria.