Home La Direzione
La Direzione
Il Direttore Generale: Dr. Raffaello Stradoni

Sede: Via Nissolina, 2 – 25043 BRENO (BS)
tel: 0364/329.1
fax: 0364/329.310
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Il Direttore Generale rappresenta legalmente l'Azienda ed esercita tutti i poteri di gestione complessiva, coadiuvato dai Direttori Amministrativo, Sanitario e Sociosanitario. Egli ha il compito di combinare i fattori produttivi per il perseguimento degli obiettivi sanitari posti dalla Regione, in condizioni di massima efficienza ed efficacia, avvalendosi delle strutture di staff e di line. Sono di esclusiva competenza del Direttore Generale le attività più propriamente "di controllo e di governo", mentre sono delegabili o attribuite per norma, regolamento, ovvero dal Piano di Organizzazione Aziendale, ai vari livelli della dirigenza le funzioni "di gestione", quali ad esempio l'attuazione dei contratti collettivi di lavoro del personale e l'adozione degli atti di gestione del personale stesso, l'adozione di provvedimenti di spesa entro limiti di valore prefissati, l'approvazione degli atti di gara per lavori e forniture, la stipula dei contratti. La delega contiene i limiti di esercizio e di tempo della stessa. Al Direttore Generale compete in particolare:
La nomina del Direttore Amministrativo, del Direttore Sanitario e del Direttore Sociosanitario;
La sospensione o la dichiarazione di decadimento del Direttore Amministrativo, del Direttore Sanitario e del Direttore Sociosanitario;
La ratifica della nomina del Collegio Sindacale e la sua prima convocazione;
La nomina del Collegio di Direzione;
La ratifica e la nomina del Consiglio dei Sanitari;
L'adozione dei regolamenti interni per il funzionamento degli organismi collegiali, e per l'attività dei controlli interni;
L'adozione della dotazione organica aziendale;
L'adozione degli atti programmatici con i quali sono definiti gli obiettivi per la gestione dell’Azienda e sono assegnate le risorse umane, strumentali e finanziarie;
La verifica, attraverso il sistema di controlli, mediante valutazione comparativa dei costi, dei rendimenti e dei risultati, della corretta ed economica gestione delle risorse nonchè dell'imparzialità e del buon andamento dell'azione amministrativa;
La verifica della qualità dei servizi anche attraverso la Struttura Qualità Accreditamento;
Il conferimento e la revoca degli incarichi di responsabilità direzionale o dirigenziali, secondo le modalità previste dalla legislazione vigente, dei Dipartimenti gestionali e funzionali, delle strutture complesse, delle strutture semplici di struttura complessa e di dipartimento;
Il conferimento degli incarichi di natura professionale, di consulenza, studio e ricerca, di funzioni ispettive, di verifica e controllo;
Il conferimento degli incarichi ex art. 15-septies, commi 1 e 2, del decreto citato (contratti a tempo determinato per funzioni di particolare rilevanza e di interesse strategico) ed ex art. 15-octies (contratti per l'attuazione di progetti finalizzati);
Il conferimento degli incarichi di responsabilità di uffici o articolazione organizzativa analoga (art. 20 CCNL Comparto Sanità 1998-2001);
L'adozione di regolamenti interni per l'organizzazione, la gestione ed il funzionamento dell'Azienda, compreso l'ordinamento dell'attività libero professionale intramuraria;
L'adozione degli atti fondamentali della programmazione aziendale quali:
Il piano di organizzazione aziendale
Il bilancio economico preventivo
Il bilancio di esercizio
Il documento di budget
Il piano delle assunzioni
Il piano degli investimenti
Il piano degli acquisti
Le direttive generali per l'azione amministrativa e per la gestione aziendale complessiva;
La sottoscrizione dei contratti di lavoro o assimilati e quelli concernenti la fornitura di beni e servizi nonché la realizzazione di opere e lavori pubblici;
La promozione e resistenza alle liti con il potere di conciliare e di transigere;
La nomina dei componenti del nucleo di valutazione;
L'esercizio per tutte le strutture ed i centri di responsabilità aziendali delle funzioni di verifica e di controllo dei risultati conseguiti rispetto agli obiettivi assegnati;
La valorizzazione e la garanzia dell'efficace gestione delle risorse umane;
La cura dei rapporti esterni con le Istituzioni e gli Organi di Stampa.
Al Direttore Generale spetta, inoltre, l’adozione di ogni altro atto che la normativa attribuisce alla sua diretta competenza, quale titolare della funzione di governo dell'azienda. L'azione di gestione complessiva del Direttore Generale si esplica mediante:
L'adozione di atti nella forma di deliberazione, con cui approva le proposte dei dirigenti competenti, previa acquisizione dei pareri previsti dalla legislazione vigente, sentito il Direttore Amministrativo, il Direttore Sanitario ed il Direttore Sociosanitario;
L'adozione di autonome decisioni emanate nella forma di disposizioni relativamente a materie che secondo la normativa nazionale e regionale sono riservate all'organo di governo
Il Direttore Generale è responsabile del governo clinico dell'azienda, con riferimento sia alla qualità, che all'efficacia e all'efficienza tecnica. Il governo clinico si realizza nell'esercizio della responsabilità del miglioramento continuo dei servizi erogati, nella salvaguardia di alti standard assistenziali da parte dei professionisti dell'organizzazione, ed è volto ad assicurare l'adozione di sistemi di garanzia e di qualità, compatibilmente con le risorse disponibili.